L’allegro suicida

Un uomo che si vuole suicidare si butta dal terzo piano di un palazzo, ma, estremamente sfigato, non riesce a morire e sviene solamente. Attorno a lui si forma un capannello di gente, i soliti curiosi, che cercano di capire cosa sia successo. Ad un certo punto il suicida riprende i sensi e si rialza in piedi… un curioso appena arrivato gli fa:
– Ma che è successo?
Lui scrollandosi la polvere di dosso:
– E che ne so io! …so’ arrivato adesso!

Due amici s’incontrano

dopo un po’ di tempo che non si vedono.
– Quanto sono sfigato!!!
– Che cosa è successo?
– Mia moglie mi ha tradito con il mio avvocato, mia figlia è scappata in America, mio figlio si droga, mio fratello è morto tre giorni fa…
– Povero te, quanto ti capisco! Almeno, più in basso di così non puoi andare!
– E invece sì: ieri ero in auto, mi ha attraversato la strada un gatto nero e quando mi ha visto si è toccato le palle!!!